GENOVA

logonicola-ursino

MILANO

DR. NICOLA URSINO

CHIRURGIA PROTESICA DI ANCA E GINOCCHIO

iPhysio

Piazza della Vittoria 9A, 16121 Genova (GE)

Tel. 010 0985771

CASA DELLA SALUTE - Genova Multedo

Via Multedo di Pegli 2C, 16155 Genova (GE)

Tel. 010 9641083

ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI

Via Galeazzi 4, 20161 Milano (MI)

Tel. 02 662141

Casa di cura VILLA MONTALLEGRO

Via Monte Zovetto 27, 16145 Genova (GE)

Tel. 010 35311


facebook
linkedin

Per appuntamento           348 7208495            info@nicolaursino.it

Istituto IL BALUARDO

Via alla Calata Marinetta 2, 16128 Genova (GE)

Tel. 010 247 1034 

CASA DELLA SALUTE - Genova Quarto

Corso Europa 1075, 16148 Genova (GE)

Tel. 010 9641083

Casa di cura VILLA SERENA

Piazza Leopardi 18, 16145 Genova (GE)

Tel. 010 3535111

Centro Medico UNISALUS

Via Giovanni Battista Pirelli 16B, 20124 Milano (MI)

Tel. 02 48013784

LE PATOLOGIE DELL'ANCA

ROMA

OVADA

ALBENGA

femoro_1620047427076artrosi_anca_1620048179858

Studio Di Feo

Via Gregorio VII 350, 00165 Roma (RM)

Tel. 06 66012252

LABO, Laboratorio privato ovadese

Via Carducci 13, 15076 Ovada (AL)

Tel. 0143 81300

Casa di cura SAN MICHELE

Viale Pontelungo 79, 17031 Albenga (SV)

Tel. 0182 574202

Dottor Nicola Ursino

Per appuntamento           348 7208495             info@nicolaursino.it

 

 

IL CONFLITTO FEMORO-ACETABOLARE

 

Il conflitto femoro-acetabolare o FAI (femoral acetabular impingement) è una condizione causata da un anomalo contatto tra la testa femorale e il bordo acetabolare. L’acetabolo è la cavità articolare a livello del bacino che accoglie la testa del femore ed insieme alle strutture capsulo legamentose costituiscono l’articolazione dell’anca.

Nel tempo, continui microtraumi producono un deterioramento della cartilagine fino alla coxartrosi.

 

Esistono tra diverse forme di conflitto:

  1. Tipo cam quando il collo del femore non ha la sua normale curvatura e la testa non è perfettamente sferica. È più frequente nei maschi e si rende solitamente evidente negli sportivi che lamentano dolore all’anca durante l’attività fisica.
  2. Tipo pincer quando l’acetabolo copre eccessivamente la testa del femore. Questo tipo è più frequente nel sesso femminile.
  3. Tipo misto, cam e pincer.

 

Delle tre forme, quella mista è la più frequente.

La sintomatologia del giovane-adulto è caratterizzata da dolore inguinale e in regione trocanterica (lateralmente) associato all’attività sportiva, in assenza di un trauma.

Lo scopo del trattamento è l’eliminazione della causa meccanica del conflitto, in base all’alterazione anatomica si può ricorrere alla correzione chirurgica anche con tecnica artroscopica.

 

 

COXARTROSI o ARTROSI DELL’ANCA

 

Per coxartrosi o artrosi dell’anca si intende la degenerazione prima della cartilagine e successivamente delle strutture capsulo-ligamentose ed ossee che interessano l’articolazione dell’anca. Esiste l’artrosi primaria dovuta ad un consumo dell’articolazione e l’artrosi secondaria che si instaura a causa di quadri clinici ben definiti come patologie congenite ( m. di perthes, displasia congenita dell’anca, epifisiolisi) o patologie traumatiche (fratture della testa femorale).

 

L’artrosi primitiva dell’anca rappresenta circa il 50% di tutte le patologie articolari in questa sede.

Il sintomo iniziale è rappresentato dal dolore inguinale che compare al movimento attivo e passivo dell’anca. Con il progredire della patologia i sintomi si manifestano anche a riposo, associandosi a limitazione funzionale e rigidità articolare. Negli stadi più avanzati il dolore disturba il riposo notturno e può rendere complessi alcuni gesti quotidiani, come indossare le calze o accosciarsi.

 

La radiografia tradizionale è l’esame di scelta per la diagnosi di artrosi. Tuttavia negli stadi precoci può risultare negativa e in quelli più avanzati non sempre correlata alla gravità dei sintomi. Dal punto di vista radiografico si evidenzia una riduzione della rima articolare (segno indiretto dell’assottigliamento e di danno della cartilagine) nelle fasi iniziali, poi aggravandosi la patologia degenerativa artrosica si evidenzia una deformità della testa femorale con la formazione di osteofiti periarticolari e la sclerosi dei capi articolari.

 

 Tre sono gli obiettivi nel trattamento dell’artrosi:

  • Controllo del dolore
  • Miglioramento o mantenimento della funzionalità articolare
  • Riduzione della disabilità

 

Innanzi tutto è di fondamentale importanza avere uno stile di vita non sedentario e un peso corporeo adeguato per ridurre il carico sulle articolazioni dell’arto inferiore.

LA fisioterapia per il rinforzo muscolare e la mobilizzazione articolare è in grado di alleviare i sintomi nelle fasi iniziali di malattia, ma in fase avanzata non consente di ottenere risultati soddisfacenti.

Quando la terapia conservativa non è più efficace è indicato il trattamento chirurgico di protesi totale d’anca.

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder